1 dicembre 2017

Candy Cane per tutti



A grande richiesta ecco la ricetta per realizzare dei Candy Cane dolcissimi e per tutti i gusti, facili e veloci! 

Ideali per dei pensierini di Natale, per adornare i vostri pacchetti o per decorare un intero albero... eh si, perché una volta iniziato non riuscirete più a smettere, parola di chef!

Ma bando alle ciance, cominciamo!



Ingredienti: Una corda morbida e liscia del diametro di 1 cm (possibilmente bianca), comune fil di ferro, stoffa a righe o fantasia, ago e filo.

Circondarsi di validi aiutanti quali forbici, macchina da cucire, scotch, tenaglie, pinze e taglierino.





Per praticità realizziamo due candy cane alla volta, abbiamo dunque bisogno di un pezzo di corda lungo 44 cm (22 cm per bastoncino). Per evitare che la corda sfilacci, prima di tagliarla avvolgiamola con dello scotch. Durante il taglio è bene proteggere il piano di lavoro con una tavoletta di legno.

Una volta tagliato il pezzo di corda necessario, avvolgiamo con il nastro adesivo anche una piccola porzione del centro.

Tagliamo con le tenaglie circa 15 cm di fil di ferro e arrotondiamo una delle estremità con le pinze.
Inseriamo la testa ripiegata del filo fra le maglie della corda in prossimità del suo centro, subito prima del nastro adesivo precedentemente applicato.

Spingiamo delicatamente il filo all'interno della corda e verso la sua estremità aiutandoci con le pinze, fino a farlo scomparire completamente al suo interno. La punta arrotondata del fil di ferro ne facilita lo scorrimento. Con l'altra mano, mentre sorreggiamo la corda, controlliamo che il filo non fuoriesca di lato.

Se la testa del filo dovesse uscire dalla corda prima di aver completato la sua corsa, non cerchiamo di farla rientrare tirandola indietro, ma sfiliamo il filo e ricominciamo da capo.

Inseriamo allo stesso modo il secondo pezzo di fil di ferro nell'altra metà della corda. A questo punto separiamo i due candy cane tagliando la corda nel mezzo.

Se avessimo tagliato subito la corda nella misura di un solo candy cane, quindi a 22 cm, avremmo avuto difficoltà ad inserire il fil di ferro agevolmente. I molteplici fili che compongono la corda, mantenendo la doppia lunghezza, restano in tensione e non si muovono al passaggio del filo.



Misuriamo la circonferenza della corda per stabilire la larghezza del rettangolo di stoffa necessario per realizzare il nostro candy cane. Se, come nel mio caso, la corda ha una circonferenza di circa 3,3 cm basterà tagliare un rettangolo largo 4 cm (la circonferenza della corda più 3 mm di margine per parte e 1 mm di gioco) e lungo 23 cm (22 cm è la misura del candy cane finito, 1 cm è destinato ai margini di cucitura).

Disegniamo il rettangolo in sbieco sul retro della stoffa e tagliamo lungo il tracciato.

Pieghiamo uno dei lati corti del rettangolo per 0,5 cm verso il rovescio della stoffa.

Pieghiamo a metà il rettangolo nel senso della lunghezza, dritto contro dritto, e puntiamo assieme i margini con degli spilli. Disegniamo una linea curva all'estremità della stoffa non piegata. Cuciamo a macchina prima seguendo il tracciato e poi alla distanza di 3 mm dal margine, includendo il bordino ripiegato. All'inizio e alla fine della cucitura fare un paio di punti avanti e indietro per bloccare il filo.

Con le forbici rifiliamo i margini attorno all'estremità curva.


Giriamo la stoffa a dritto con l'aiuto di un bastoncino o un ferro da maglia. Inseriamo la corda nel tubo di stoffa, mandando avanti la parte in cui è presente il fil di ferro.

Pieghiamo la corda con le dita seguendo la forma classica dei bastoncini di zucchero e cuciamo a mano l'apertura alla base dei candy cane. Possiamo chiuderli come preferiamo, io in questo caso ho piegato i margini a bustina fermandoli assieme con pochissimi punti di cucitura.

Più difficile a dirsi che a farsi... Sono proprio curiosa di scoprire quanti alberi di Natale quest'anno saranno adornati di candy cane in stoffa fatti con le vostre manine!


Buon divertimento e... buone feste!


Jo

23 giugno 2017

L'intervista su A little Market

Dove racconto di me e dell'avventura che sto vivendo con il mio primo libro di cucito My Handmade World (in pre-ordine QUI)! Grazie a Mafalda di A little Market per l'opportunità!

VAI ALL'INTERVISTA!



14 giugno 2017

How a hot air balloon born

When you send a request for a personalized hot air balloon, the first things we see together are the measure, the pattern and the fabrics. In this regard I select combinations of fabrics according to the colors chosen for the lucky baby that will receive the hanging mobile, I send a preview of this type...

•••

Quando inviate una richiesta per una mongolfiera personalizzata la prime cose che stabiliamo assieme sono la misura, il modello e le stoffe. A tal proposito seleziono delle combinazioni di tessuti in base ai colori scelti per la piccola o il piccolo a cui verrà donata la giostrina, invio un'anteprima tipo questa...







The next step is all mine: it goes to the practical part and I need a lot of concentration, care and patience. I prepare the chosen pattern, trace it on the fabric and cut every part that will compose your mobile.
The thread I used is the fantastic Tre Cerchi 100% Cotton of MEZ Cucirini!

•••

La fase successiva è tutta mia: si passa alla parte pratica in cui sono necessarie molta concentrazione, cura e pazienza. Preparo il modello scelto, lo riporto sulla stoffa e taglio ogni parte che andrà a comporre la vostra giostrina.
I filati che ho utilizzato sono i fantastici Tre Cerchi in 100% cotone della MEZ Cucirini!





This hot air balloon was made for a baby called Bianca and the client asked to me if it could be personalized with the name of the baby.
I'm sincere, I didn't know how to do it, but then I got an idea: with a stencil I could transfer the name on the balloon and so I did!
The novelty is therefore unveiled, and anyone who wants to do so can ask to make his gift more unique with a name, as in this case, or with a short message that I will print by hand.

•••

Questa mongolfiera è stata realizzata per una bimba di nome Bianca e chi ne ha fatto richiesta ha domandato se poteva esser personalizzata con il nome della piccola.
Lì per lì, sono sincera, non avevo idea di come fare, ma poi si è accesa una lampadina: uno stencil realizzato su misura per riportare il nome su uno spicchio sarebbe stato l'ideale e così ho fatto!
La novità è dunque svelata e chi volesse da oggi può richiedere di rendere ancor più unico il suo dono con un nome, come in questo caso, o un breve messaggio che io poi stamperò a mano.






Cut, sew, stuff, refine and after many hours of work I'm done!
•••

Taglia, cuci, imbottisci, rifinisci e dopo diverse ore di lavoro il gioco è fatto! 
A questo punto scatto e invio delle foto della vostra creazione, prenoto il corriere e, se siete in Italia, in un paio di giorni la giostrina è a casa vostra!